Come acquistare Siacoin (SC) e ottenere un BONUS di €30

COME ACQUISTARE Siacoin (SC)
IN BINANCE e ottenere un BONUS di €30

Acquista Siacoin (SC)
su Binance

Binance   è uno dei  principali  scambi di  criptovaluta in  riscaldamento. È cresciuto rapidamente dopo il suo lancio nel 2017 e anche ora ha il suo token, Binance Coin. Questo è uno dei posti migliori per acquistare e scambiare alcune delle criptovalute alternative meno conosciute: hanno una vasta gamma che cambia costantemente con l’aggiunta di nuove criptovalute e il ritiro di quelle vecchie.
Bitcoin Exchange | Exchange de Criptomonedas | Binance

FASE 1: REGISTRAZIONE

Per iniziare, devi andare alla  pagina  della   reception   e fare clic su “Registrati”. Verrai reindirizzato ad una pagina di registrazione dove dovrai compilare i campi: email e password. Ti verrà inviata un’e-mail di verifica; clicca sul link per attivare il tuo account. Ti consigliamo inoltre di configurare 2FA.

IMPORTANTE: PER OTTENERE €30 a BTC quando ti iscrivi PER BINANCE, DO IT da questo link. CONFERMANDO LA TUA EMAIL, RICEVERAI LA RICOMPENSA.

FASE 2: DEPOSITO FONDI

Binance ora ti consente di acquisire criptovaluta con una carta di credito, un servizio relativamente nuovo. Altre valute disponibili con carta di credito sono Ripple, Ethereum, Litecoin e Bitcoin Cash. Dopo averne acquisito uno, puoi scambiarli con qualsiasi altra criptovaluta sulla piattaforma.
Deposito Cómo su Binance | Binance Academy

FASE 3: ACQUISIRE CRIPTOVALUTA

A seconda del tuo livello di esperienza, puoi scegliere tra la versione base o avanzata. Se non sai molto sulla piattaforma Binance, ti consigliamo di utilizzare la versione base. Fare clic su criptovaluta quindi completare il ticket per effettuare lo scambio.
Tutorial - Categoria | Binance Academy

Perché dovresti acquistare Siacoin (SC)

Siacoin: archiviazione di file nel cloud - TuCriptomoneda

Cos’è Siacoin (SC)?

Logo Siacoin

 

Storia di Sia: Siacoin e Siafunds

I due token: Siacoin e Siafund

Sia utilizza un sistema a doppio token: Siacoin e Siafunds. Siacoin è il    principale     utility token   . Quella che segue è l’istantanea corrente di Siacoins:

Grafico del sistema Token Siacoin Non c’è limite alla fornitura totale di Siacoin e devono essere tutti estratti. La ricompensa per il primo blocco estratto è stata di 300.000 Siacoin, che diminuirà nel tempo fino a raggiungere i 30.000 SC per blocco. 

Il secondo token nell’ecosistema è Siafunds (SF). Ci sono 10.000 SF in stock e sono stati tutti pre-minati. Queste parti sono state distribuite come segue:

  • La società madre di Sia, Nebulous Inc., possiede 8.835 di questi Siafund.
  • Il resto dei Siafund è stato venduto come crowdfund che ha contribuito a finanziare lo sviluppo iniziale di Sia. Durante la sua campagna di crowdfunding, Sia ha raccolto fondi vendendo “Sianotes” sulla piattaforma NXT, che è stata poi scambiata da Siafunds. Dopo il crowdfunding, Sia ha    raccolto ulteriori 1,65 milioni di dollari    attraverso fondi di capitale di rischio e donazioni. Le VC in primo piano che hanno investito includono: Procyon Ventures, Fenbushi Capital, l’investitore angelico Xiaolai Li e la società di investimento di James Pallota, Raptor Group.

L’obiettivo principale di Siafunds è fornire un mezzo per finanziare lo sviluppo di Sia, senza dover fare affidamento su donazioni o bonus esterni. 

Quando un contratto di stoccaggio viene ufficialmente concluso tra un inquilino e un host su Sia, la transazione è finalizzata. I nodi Sia ora calcoleranno la quota dell’host sui soldi dell’affitto e la quota dell’inquilino. Il 3,9% del denaro totale del contratto verrà distribuito tra i 10.000 Siafund sulla blockchain. 

Per esempio. Se un contratto ha 500 SC dall’inquilino e 500 SC dall’host, il 3,9% del totale (39 SC) sarà assegnato a tutti i Siafund. Pertanto, in questo caso, per 1 SF trattenuto, verranno ricompensati 0,0039 SC.

Storia di Siacoin

Le forze creative dietro Sia sono David Vorick e Luke Champine di Nebulous Inc, una startup finanziata da VC a Boston. I semi dell’idea originale di Sia sono stati piantati all’HackMIT 2013. L’idea era semplice: e se potessi liberare spazio di archiviazione inutilizzato sui dischi rigidi di tutto il mondo e unirli su una piattaforma di  archiviazione   globale  ? decentralizzato nel cloud    ? Il concetto ha ricevuto molti feedback positivi e Vorick e Champine hanno scelto di continuare il progetto a tempo pieno.

 

Prima di vedere come funziona davvero questa piattaforma, diamo un’occhiata ai problemi con l’archiviazione cloud tradizionale e centralizzata.

I problemi del cloud storage centralizzato

Cominciamo eliminando l’ovvio. Aziende come Dropbox, Apple e Google hanno rivoluzionato le operazioni aziendali con il loro servizio di cloud storage. Lo storage su cloud di terze parti non solo ha soddisfatto la crescente domanda di storage aggiuntivo, ma ha anche risparmiato migliaia di dollari in investimenti IT per le aziende. Purtroppo, nonostante i loro evidenti vantaggi, soffrono di diversi problemi.

# 1 rinuncia al controllo dei dati

Il problema più grande con i servizi di cloud storage di terze parti è che l’azienda trasmette i propri dati a terzi per l’archiviazione. Poiché i dati sono al di fuori del controllo dell’azienda, anche le impostazioni sulla privacy dei dati sono al di fuori del suo controllo. Poiché gli utenti in genere eseguono il backup dei dati in tempo reale, potrebbero accidentalmente rinunciare al controllo dei dati che non desideravano condividere.

N. 2 Rischi di pirateria

Poiché tutti i dati sono archiviati su un server centralizzato di terze parti, sono soggetti ad attacchi di hacker. Non è solo un’ipotesi casuale, i server di terze parti sono stati violati ripetutamente per ottenere informazioni riservate e private. Diamo un’occhiata a due dei casi di violazione dei dati più famigerati.

  • Nel settembre 2017, più di 145 milioni di americani hanno subito il furto delle loro informazioni personali, compresi i numeri di previdenza sociale e una patente di guida, a causa di un hack. L’obiettivo era la società di segnalazione del credito Equifax. La portata degli americani colpiti era impressionante. Molti degli interessati non si erano nemmeno iscritti al servizio di monitoraggio del credito.
  • ICloud di Apple è stato violato il 21 agosto 2014, soprannominato “The Fappening”. Durante l’hack, diverse celebrità, principalmente donne, hanno visto le loro foto private violate. Molte di queste immagini contenevano nudità e sono state pubblicate su 4Chan, Imgur e Reddit. Successivamente, i ricercatori hanno scoperto che l’accesso alle foto è stato ottenuto tramite attacchi di phishing.

Sebbene sia un errore incolpare la centralizzazione di questi attacchi, il punto è che questi attacchi sono avvenuti solo perché tutti i dati erano archiviati in una posizione centrale. Questa posizione invariabile è diventata un singolo punto di errore (SPOF). Quando SPOF viene violato, crea un effetto a catena che compromette l’intero sistema.

Cos'è Siacoin (SC) |  Bit2Me Academy

# 3 cattiva gestione dei dati

Il disastro di Cambridge Analytica su Facebook è il miglior esempio di una terza parte che gestisce male i dati dei propri clienti. Aleksandr Kogan, uno scienziato dei dati presso l’Università di Cambridge, ha sviluppato un’app denominata “This is Your Digital Life” e l’ha fornita a Cambridge Analytica. A loro volta, lo hanno utilizzato per cercare gli utenti di Facebook per scopi di ricerca accademica. Tuttavia, il design di Facebook ha consentito all’app di raccogliere non solo le informazioni personali degli utenti, ma anche tutti i loro accessi. Per questo motivo Cambridge Analytica è riuscita a ottenere i dati personali di 87 milioni di utenti Facebook, di cui 70,6 milioni provenienti dagli Stati Uniti.

Secondo Facebook, le informazioni rubate includevano “il profilo del pubblico, i gusti della pagina, il compleanno e la città attuale”. Alcuni utenti hanno persino concesso loro il permesso di accedere al feed di notizie, alla cronologia e ai post. I dati che alla fine hanno ottenuto erano così dettagliati che sono stati in grado di:

  • Crea profili psicografici delle persone coinvolte.
  • I profili creati erano sufficientemente dettagliati da suggerire quale tipo di pubblicità sarebbe più utile per persuadere una determinata persona in un luogo specifico per un evento politico.

I politici hanno generosamente pagato Cambridge Analytica per utilizzare le informazioni sulla violazione dei dati per influenzare vari eventi politici.

In un altro famigerato caso, la società di analisi dei media “Deep Roots Analytics” ha utilizzato il server cloud di Amazon per archiviare informazioni su quasi il 61% della popolazione statunitense senza protezione tramite password per quasi due settimane. settimane. Queste informazioni includevano nomi, indirizzi e indirizzi e-mail, numeri di telefono, ID elettori, ecc.

# 4 porta il tuo dispositivo

Un altro vero problema con l’archiviazione cloud è il problema BYOD, noto anche come Bring your own device. Molte aziende hanno già incoraggiato i propri dipendenti a utilizzare i propri dispositivi. Permettono questo:

 

  • I dipendenti preferiscono utilizzare un dispositivo a cui sono più abituati.
  • Le specifiche per i laptop dei dipendenti sono generalmente migliori di quelle fornite dall’azienda.
  • Ciò consente di risparmiare molti soldi che i dipendenti dovrebbero spendere per l’acquisto di apparecchiature informatiche.

Come avrai intuito, BYOD presenta rischi significativi per la sicurezza. I datori di lavoro possono perdere o abusare dei propri dispositivi, compromettendo nuovamente la privacy dei clienti. Inoltre, in caso di violazione dei dati, è molto difficile individuare tutti i dispositivi dei dipendenti e trovare il punto di errore.

Le due Blockchain

Sia mira a decentralizzare lo spazio di archiviazione nel cloud, sfruttando la    tecnologia blockchain    . La visione di Sia è quella di creare un server di archiviazione che non sia gestito da un’autorità centralizzata e quindi non avrà un singolo punto di errore. Insieme al decentramento del controllo, Sia prevede anche di creare una piattaforma in cui è impossibile abusare dei dati nel cloud.

Prima di andare più a fondo, diamo un’occhiata a cos’è la    blockchain    .

Cos’è una blockchain?

Cos'è Siacoin?  Guida completa per esperti - Blockgeeks

Una blockchain è, in termini più semplici, una serie di timestamp di un record immutabile di dati che è gestito da un gruppo di computer che non appartengono a una singola entità. Ciascuno di questi blocchi di dati (ad esempio, Blocco) è protetto e collegato crittograficamente (ad esempio, Catena). Ecco le tre proprietà principali della blockchain:

  • Immutabilità:    immutabilità significa non manipolabile. Nessuna informazione che metti sulla blockchain può essere manomessa. Ciò è dovuto all’implementazione di    funzioni hash crittografiche    .
  • Trasparenza:    qualsiasi informazione che inserisci sulla blockchain sarà visibile a tutti sulla tua rete.
  • Decentralizzazione:    l’idea di decentralizzazione è al centro della    tecnologia blockchain    . Ciò significa che tutti i dati archiviati sulla blockchain non sono mantenuti da un’entità centralizzata, ma sono condivisi da tutti coloro che fanno parte della rete di quella blockchain. La blockchain è ospitata su una rete peer-to-peer, dove ogni nodo ha la stessa potenza e importanza dell’altro. Questi nodi mantengono una copia della blockchain, che viene continuamente aggiornata. Ciò garantisce che tutti i nodi abbiano il controllo sui dati sulla blockchain, rendendola decentralizzata.

In che modo Sia Blockchain sfrutta il decentramento

Sicurezza n. 1

La piattaforma Sia separerà i file utente e li distribuirà a diversi nodi della rete. Poiché i dati sono crittografati e accessibili solo dalla chiave privata in possesso dell’utente, un nodo casuale noterà che può accedervi. Tuttavia, se il    nodo è in grado di decrittografare la   chiave privata in qualsiasi modo   , avrà accesso solo a una parte del file, il che non sarà utile.

Come notato sopra, la distribuzione di file su più nodi ridurrà anche la vulnerabilità, poiché non ci sarà più un singolo punto di errore.

# 2 Elaborazione più veloce

Un altro problema di avere un server centralizzato o una fonte di informazioni centralizzata è che la posizione geografica di un client influisce notevolmente sulla sua velocità di elaborazione. Quando tu, come utente, desideri inviare una richiesta al server, i tuoi pacchetti di informazioni vengono restituiti e trasmessi da questi diversi ISP prima che raggiungano il server e viceversa.

 

Cos'è Siacoin?  Guida completa per esperti - Blockgeeks

Come puoi immaginare, il pacchetto informativo che invii non seguirà i percorsi più ideali. Non solo richiede tempo, ma se uno qualsiasi degli ISP non funziona per qualche motivo, può anche portare alla perdita del pacchetto dati.

Tuttavia, se disponi di un sistema decentralizzato e geograficamente distribuito in tutto il mondo, sarà molto più veloce fornire contenuti e rispondere alle domande.

Cos'è Siacoin?  Guida completa per esperti - Blockgeeks

# 3 alternativa più economica

Un altro problema che colpisce il sistema di stoccaggio centralizzato è quello dei costi. Queste strutture richiedono una manutenzione di alto livello e personale a tempo pieno, che tende ad aumentare i prezzi. In un sistema decentralizzato, niente di tutto questo è necessario perché i nodi si prendono cura di se stessi. Questo da solo lo rende un’alternativa più economica.

Come funziona lo storage Sia P2P?

L’ecosistema Sia è costituito da due componenti principali: tenant e host. Gli inquilini possono pagare gli host su Siacoin per affittare la capacità di archiviazione. Sono inoltre liberi di determinare le tariffe di archiviazione direttamente dagli host.

Poiché gli host svolgono un ruolo così vitale nella rete, sono liberi di:

  • Promuovi le tue risorse di archiviazione e la qualità del servizio che forniscono.
  • Hai il diritto di negare lo spazio di archiviazione noleggiato a un cliente specifico se ritieni che i dati siano troppo sensibili, etnicamente inaccettabili o illegali.

Gli inquilini, a loro volta, hanno il diritto di:

  • Proteggi le mosche dividendole e copiandole tra più host. Ciò contribuirà a garantire la sicurezza del file.
  • Paga gli host più delle tariffe addebitate per garantire un trattamento preferenziale, come velocità di download più elevate e concessione di richieste di archiviazione.

Ok, ora vediamo come funziona davvero la procedura di backup, comprendendo i contratti dei file.

Cosa sono i contratti di archiviazione?

I contratti di archivio, che sono la versione degli smart contract di Sia, sono il fulcro delle funzionalità di Sia. Questi contratti consentono a tenant e host di interagire direttamente tra loro, entro i limiti di un insieme di regole ben definite e predeterminate. Tutti gli smart contract funzionano utilizzando la logica IF-THEN, il che significa che un’istruzione può essere eseguita solo se l’istruzione precedente è stata eseguita fino alla fine.

Formazione di contratti di archiviazione

  • L’inquilino stabilisce un sussidio, che è un importo prepagato di Siacoins che finanzierà le richieste di archiviazione e larghezza di banda durante la durata del contratto. La durata del contratto standard è di 13 settimane.
  • L’allocazione verrà bloccata nel portafoglio e il software client selezionerà rapidamente 50 host ideali per l’inquilino in base al loro punteggio.
  • L’host blocca alcuni Siacoin come sicurezza, come gesto di buona fede. La dimensione della garanzia è impostata manualmente dall’host. Una garanzia più alta garantisce un punteggio più alto durante il processo di selezione dell’host.
  • Il contratto di archiviazione viene firmato dal tenant e da 50 host e inviato alla blockchain.
  • Come spiegato in precedenza, il 3,9% dell’importo totale bloccato nel contratto viene pagato a titolo di commissioni ai titolari di Siafunds.
  • Cos'è Siacoin?  Guida completa per esperti - Blockgeeks

Carica e scarica file

Finché i fondi rimangono nell’allocazione, gli inquilini possono caricare e scaricare i propri file tutte le volte che vogliono. I contratti in corso non saranno influenzati se l’host decide di modificare il suo prezzo nel mezzo della transazione. Per quanto riguarda il trasferimento dei dati:

  • Eseguito tramite connessione diretta tra tenant e host.
  • I dati vengono crittografati dall’algoritmo Twofish e archiviati con l’algoritmo di ridondanza Reed-Solomon tra host. 

Test di conservazione

Per proteggere gli affittuari da host dannosi, Sia utilizza la prova di archiviazione. Per ricevere il pagamento, l’host deve sottoporre alla rete una serie di test, entro determinate scadenze prestabilite. Se l’host non fornisce questa prova entro un tempo specificato, il pagamento corrispondente verrà inviato a un indirizzo di prova smarrito fino a quando la prova non viene inviata. Gli host devono continuare a inviare prove per dimostrare che:

  • Sono in linea.
  • Conservano correttamente tutti i dati.

L’ospite è multato se è negligente e il contratto può essere risolto completamente se vengono rispettate molte scadenze. D’altra parte, se l’host fornisce correttamente la prova di archiviazione, il contratto assegna il pagamento a un indirizzo di supporto valido.

Risoluzione dei contratti di archiviazione

Il contratto di archiviazione può essere risolto per diversi motivi:

  • L’inquilino non ha potuto scaricare il suo file:    in questo caso l’inquilino recupera l’indennità ma paga i costi di trasferimento e garanzia. L’host riceve la piena garanzia indietro.
  • I file sono stati caricati e l’host ha raggiunto il tempo di attività desiderato:    l’inquilino riceverà la parte inutilizzata della sua indennità e pagherà la tariffa per l’indennità e la garanzia. L’host riceverà il pagamento per i suoi servizi, la sua piena garanzia e non dovrà pagare alcuna commissione.
  • L’inquilino ha caricato i file, ma l’host non ha raggiunto il tempo di attività desiderato:    l’host perderà la garanzia e non riceverà alcun pagamento per i suoi servizi. Devono inoltre pagare i costi corrispondenti alla loro garanzia.
  • Il conduttore non si rinnova automaticamente:    se l’inquilino ha attivato il rinnovo automatico dei contratti, sarà rinnovato qualche tempo prima della scadenza. Tuttavia, l’inquilino deve accedere in anticipo per rinnovare i contratti.

Siacoin mining

Siacoin utilizza il meccanismo di consenso Proof of Work, il che significa che hanno minatori che usano gli ASIC per estrarre le monete. A metà del 2017, il co-fondatore e sviluppatore principale David Vorick ha annunciato che la società dietro Sia, Nebulous, lancerà una filiale chiamata Obelisk per produrre ASIC appositamente per Sia. I membri della comunità hanno ordinato ai minatori e hanno contribuito con milioni di dollari per finanziare lo sforzo.

Tuttavia, allo stesso tempo, i giganti della produzione ASIC Bitmain e Innosilicon hanno anche iniziato a sviluppare gli ASIC di Sia. Ciò non si adattava alla comunità Sia, poiché molti chiedevano un fork rigido per evitare la monopolizzazione del mining di Bitmain. Mentre molti erano contrari all’hard fork,     i principali   sviluppatori di   Sia hanno finalmente deciso di andare avanti con l’hard fork.

L’hard fork era previsto per il 31 ottobre 2018, con l’intenzione di bloccare i miner da Innosilicon e Bitmain. Solo il team di Obelisk può operare sul protocollo, garantendo loro il monopolio ASIC. Secondo Vorick, le ragioni principali dietro la forcella erano:

  • Pessimismo nella comunità contro Bitmain
  • Innosilicon Estate, che controllava il 37,5% del tasso di hash minerario di Sia.

Sebbene molti nella comunità fossero contenti del risultato, c’erano voci contrastanti, specialmente quelle che hanno investito molto in Innosilicon. Hanno deciso di continuare a utilizzare il vecchio canale Sia, chiamandolo SiaClassic. A questo proposito, Vorick ha detto:

“[SiaClassic] ha pochissimo supporto dalla community. Tuttavia, dicono che credono nella visione e vogliono avere un rapporto di collaborazione con la rete principale. Se SiaClassic è supportato, saremo lieti di coinvolgerti nella collaborazione. Tuttavia, finora, abbiamo visto poche prove di un reale supporto al di fuori dei dipendenti SiaClassic. ” 

La Fondazione SiaClassic ha dichiarato a CoinDesk: 

“Rispettiamo i principi fondanti di Siacoin e le persone che li hanno supportati fin dall’inizio. Siamo concentrati sul futuro. Siamo entusiasti del team che abbiamo messo insieme e non vediamo l’ora di lavorare con la comunità SiaClassic per portare questo progetto al livello successivo. ” 

Nel complesso, Vorick considera la biforcazione un successo, stimando che l’87% della potenza di calcolo della rete è rappresentata dai membri della comunità: “L’hashrate è molto più decentralizzato rispetto a prima della biforcazione. ” 

Cos'è Siacoin?  - Una piattaforma di archiviazione basata su cloud

Conclusione

Sia risolve un problema molto reale che necessitava urgentemente di una soluzione decentralizzata. Ora, con tutto il dramma dell’hard fork alle spalle, il team Sia può concentrarsi interamente sull’innovazione e sullo sviluppo del prodotto. Il progetto è costruito su solidi principi e simbolismo e ha un brillante futuro davanti.

In questo articolo, abbiamo imparato come comprare Siacoin (SC)
:

Come acquistare Siacoin (SC)
Italia

Come acquistare Siacoin (SC)
Svizzera

Come acquistare Siacoin (SC)
San Marino

Come acquistare Siacoin (SC)
Monaco

Come acquistare Siacoin (SC)
Stato della Città del Vaticano